Jump to content
escounpo

Ampliamento attività tramite sito

Recommended Posts

buongiorno,
Sono un fornaio e attraverso la creazione del portale prontopanePUNTOcom vorrei iniziare una attività di consegna a domicilio, la mia commercialista (con cui non sono in buonissimi rapporti) mi ha detto che per farlo devo investire 350€ in pratiche, che sono queste: 


COMUNICAZIONE SUAPER EMILIA ROMAGNA
COMUNICAZIONE USL
COMUNICAZIONE ALBO ARTIGIANI COMUNICA
COMUNICAZIONE AGENZIA ENTRATE
COMUNICAZIONE INAIL


Secondo voi il prezzo è corretto? non è troppo? c'è qualcosa che posso fare da solo per risparmiare su questi soldi?


Grazie mille,
Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno, non conosco la Suaper. 

Per tutti gli altri enti/amministrazioni inseriti nella lista non capisco quali pratiche debbano essere fatte (a meno che si tratti di questioni legate alla panificazione, ma mi pare dubbio).

Una volta verificato che sia prevista la vendita online nell'eventuale oggetto sociale e nell'iscrizione alla CCIAA non vi è altro da fare. 

La comunicazione di inizio attività, trattandosi di attività già esistente, non è necessaria. 

Non servono comunque comunicazioni all'Agenzia delle Entrate

L'INAL verrebbe coinvolta se fate voi la consegna, poiché il personale addetto deve avere le corrette iscrizioni, ma è questione del consulente del lavoro in questo caso. Se consegnate attraverso un corriere non dovete fare nulla.

Non vedo cosa c'entri l'Albo degli Artigiani in questo caso, visto che sei già iscritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me, cambia commercialista...

 

tra l'altro essendo consegna a domicilio, penso che non ci sia bisogno nemmeno la scia in quanto sei già commerciante! 

Al max è una garanzia in più! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Emilia Romagna (E.R.) c'è un portale per tutti i SUAP della regione, da qui il nome di SUAPER ;)

 

Per il resto, se si avviano nuove attività, ad esempio diverse dalla vendita al dettaglio per cui si ha già l'autorizzazione/SCIA, e queste sono soggette a SCIA, come nel caso della vendita a domicilio o della vendita tramite commercio elettronico, andrà presentata una nuova SCIA con tutti i relativi requisiti. Nel caso di alimenti è perciò richiesta l'autorizzazione sanitaria. 
Tutte le altre comunicazioni agli altri enti sono variazioni dell'attività che vanno fatte di conseguenza, compresa quella all'INAIL, nel caso in cui l'attività sia iscritta all'albo artigiani.

 

Il costo è pienamente in linea con gli onorari medi richiesti (sarebbe da capire se compreso o meno di diritti camerali e di segreteria, che sono dovuti).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Cookies ensure the smooth running of our services. Using these, you accept the use of cookies. Learn More